PIÙ CUORE NELLE MANI


PIU CUORE NELLE MANI - Testi e Musica Sergio Palumbo
Produzione artistica - Sergio Palumbo - Mauro Spenillo
Arrangiamenti - Mauro Spenillo


"Più cuore in quelle mani fratello...più amore", esclamava con ardore Camillo De Lellis, il gigante della Sanità, ai suoi confratelli e a quanti si accostavano ai malati. Oggi questa espressione è quanto mai attuale in una società in cui il concetto di "umanizzazione" vuole essere l'espressione di un desiderio da attuare concretamente nel Mondo della Salute. È l'opera dei Ministri degli Infermi (Camilliani), che sull'esempio del loro Fondatore cercano di diffondere il messaggio di "carità" a quanti stanno vivendo la stagione della malattia, del dolore e della sofferenza. Un messaggio,quindi, di speranza, soprattutto laddove "...in certi luoghi il dolore non fa mai rima con umanità" - dal brano "Carità Carità".

"PIÙ CUORE NELLE MANI"


Disponibile su ITUNES store

Nella frase: "Più cuore nella mani", non va letto un mero sentimentalismo, bensì il modo più concreto per "essere" presenti ed "esserci" nei momenti difficili della vita di ogni persona ("L'amore non si può trovare nel mondo delle idee, l'amore è una persona che ti sta accanto - dal brano "Tu Puoi". Le mani possono dare una schiaffo, possono respingere, possono puntare il dito, possono uccidere, ma possono anche dare una carezza, stringere altre mani, fasciare le ferite, accogliere...
È in questo contesto che si inserisce il progetto di un disco realizzato da Sergio Palumbo, sacerdote, religioso camilliano, per presentare innanzitutto la straordinaria figura di Camillo De Lellis che ha rivoluzionato il Mondo della Sanità, sottolineandone gli aspetti salienti in tre brani: "Camillo" (chi era Camillo), "Conversione" (momento decisivo della vita del Santo, ma in certo senso di ciascuno di noi) e "Carità Carità" (il messaggio). In ogni brano citato vi è almeno una frase estrapolata dalle biografie principali.

I tre brani su citati fanno da cornice ad altri 11 brani che raccontano il vissuto personale, le esperienze umane, il richiamo ad un'attenzione più concreta all'uomo di oggi, agli uomini del tempo, "...quelli che hanno imparato ad aspettare, quelli che hanno dato, e che cosa hanno ricevuto? Solitudine...; a quelli che trovi in certe case di tranquillità come libri impolveriti e chiusi ormai per sempre...e se soffrono davvero non lo dicono, ti rispondono che stanno sempre bene" (dal brano - "Uomini del Tempo"); a quelli che "senti gridare nella notte per una colpa da scontare dietro le sbarre di un vuoto (di senso) che diventa sempre più grande" (dal brano - Noi). Non mancano tuttavia in questo lavoro la voglia di rimanere ancora stupiti davanti al mare, al rossore di un tramonto, e lasciarsi incantare dal rumore della pioggia che scende e che bagna le foglie assetate.
Collaborazioni: duetto in "Attimo Presente" con Rosario Morisco (Sanremo 2008)


Info: myspace.com/sergiopalumbo - facebook.com/sergio.palumbo.98

Per scaricarlo da internet: Itunes (Più cuore nelle mani New Edition)

Link video su Youtube della presentazione del disco:


"PIÙ CUORE NELLE MANI"


Disponibile su ITUNES store